La polizza CAR (Contractor’s All Risks) è un contratto assicurativo che copre l’Assicurato per i danni materiali e diretti che colpiscano tutto ciò che è assicurato e posto nel luogo indicato in polizza durante il periodo di assicurazione.

In breve assicura “tutti i rischi del costruttore”.  

È obbligatoria negli appalti pubblici, mentre è consigliabile per gli appalti tra privati.

Nel settore degli appalti ne esistono infatti due tipologie:

  • La polizza CAR per appalti pubblici chiamata anche CAR Merloni o CAR Schema Tipo 2.3;
  • La polizza CAR per appalti tra privati.

Assicurazione car: cosa copre?

Questa polizza assicurativa copre tutti i danni materiali e diretti che una qualsiasi opera civile può subire nel corso della costruzione o ristrutturazione, da quando vengono aperti i cantieri fino alla conclusione dei lavori.

Chiariamo. 

Se stipuli una polizza CAR per gli appalti pubblici quali danni sono assicurati nel tuo cantiere?

  • I danni materiali e diretti alle opere in costruzione previste nel contratto di appalto; 
  • I danni involontariamente causati a Terzi per morte, lesioni personali e danneggiamenti a cose in relazione ai lavori assicurati.

Ricordati poi che bisogna richiedere o inserire esplicitamente i rischi aggiuntivi per cui si vuole essere assicurati.

Le polizze CAR per gli appalti pubblici possono coprire veramente tantissimi rischi, ma solo se esplicitati nel contratto.

Le garanzie accessorie della polizza CAR per gli appalti pubblici

In aggiunta alle coperture di cui abbiamo parlato sopra, puoi richiedere delle garanzie accessorie.

Vediamone solo alcune:

  • Garanzia di manutenzione, da 12 a 24 mesi;
  • garanzia per le opere preesistenti;
  • demolizioni e sgombero;
  • forza maggiore;
  • scioperi, sommosse, tumulti popolari, atti di terrorismo o sabotaggio organizzato;
  • danni causati da errori di progettazione o da insufficiente progettazione;
  • estensione definizione assicurato;
  • cavi e condutture sotterranee.

In base alle richieste della Stazione Appaltante puoi dunque aggiungere nella polizza le garanzie accessorie più adatte.

Quanto costa una polizza CAR?

Abbiamo visto cosa coprono, ma quanto possono costare le polizze car?

Una stima precisa non si può fare: dipende dalle coperture e dalle garanzie richieste.

Partiamo però da dati certi:

  • Il premio minimo è di € 200,00 lordi;
  • più alto sarà l’importo massimale che l’assicurazione è tenuta a pagare, più alto sarà il premio richiesto.

Per farsi un’idea di quanto può essere alto il massimale si può poi far riferimento alla garanzia riguardante la Responsabilità Civile verso Terzi (RCT).

Stando a quanto è scritto nell’art. 13 del Codice degli Appalti, il massimale garantito rispetto alla RCT è pari al 5% della somma assicurata per le opere con un minimo di 500.000 euro e un massimo di 5.000.000 di euro.

Alla cifra che si può individuare con questo calcolo va aggiunto il costo dato da garanzie aggiuntive e da un periodo maggiore di copertura assicurativa.

Se vuoi ricevere una consulenza professionale e ottenere la tua polizza Contractor ’s All Risks chiedici un preventivo.

La durata della polizza assicurativa car

Bene, abbiamo visto quali sono i diversi danni che possono rientrare in questo contratto assicurativo e quanto può costare l’assicurazione car, ma quanto dura invece?

La polizza CAR per gli appalti pubblici è valida:

  • Fino alla presa in consegna dell’opera da parte del committente o al rilascio del certificato di collaudo o del certificato di regolare esecuzione;
  • fino alla scadenza del contratto.

Dovrai quindi stabilire la durata della polizza con la compagnia assicurativa a cui ti rivolgerai, considerando i tempi ipotetici in cui potresti terminare l’opera e gli obblighi contrattuali sottoscritti.

Ingegnere e committente discutono sui rischi in cantiere: l'utilità della polizza car

Appalti privati e appalti pubblici: la polizza CAR è obbligatoria?

Una domanda interessante per quanto riguarda la polizza CAR è: “Quando è obbligatoria?”

Per legge la polizza CAR è obbligatoria solo nel caso in cui l’immobile da costruire abbia alle spalle un contratto di appalto pubblico.

La polizza CAR: appalti pubblici

Con la legge n. 109 del 1994, nota come Legge Merloni (motivo per cui talvolta ci si riferisce alla polizza CAR anche con il termine “Polizza Merloni”) e con le modifiche apportate a questa dalla legge n. 415 del 1998, si è stabilito l’obbligo per le imprese che partecipano a un appalto pubblico di presentare due garanzie.

La prima è di tipo fideiussorio, e si risolve con la presentazione di una fideiussione: la Cauzione provvisoria prima e la Cauzione definitiva poi.

Se vuoi saperne di più leggi le nostre pagine dedicate alla Cauzione definitiva e alla Cauzione provvisoria.

La seconda invece è di tipo assicurativo, come è descritto nell’art. 30 comma 3 della Legge Merloni.

In questo caso l’azienda che vince la gara d’appalto ha l’obbligo di presentare una polizza che tuteli sia il committente che l’appaltatore da tutti i possibili rischi: la polizza CAR.

Come si è detto, tale polizza deve inoltre essere valida per tutta la durata dei lavori fino all’emissione del certificato di collaudo provvisorio.

Dunque la polizza CAR, nel caso di lavori pubblici, è una polizza assicurativa obbligatoria per un’impresa edile.

Inoltre, nell’art. 13 del Codice degli appalti si legge:

L’esecutore dei lavori è obbligato a costituire e consegnare alla Stazione Appaltante almeno dieci giorni prima della consegna dei lavori anche una polizza di assicurazione che copra i danni subiti dalle stazioni appaltanti a causa del danneggiamento o della distruzione totale o parziale di impianti ed opere, anche preesistenti, verificatisi nel corso dell’esecuzione dei lavori.

L’assicurazione CAR Merloni va quindi presentata dall’appaltatore 10 giorni prima della consegna dei lavori, del momento in cui si apre il cantiere.

Se partecipi a gare di appalto ricordati quindi di stipulare una polizza CAR Merloni nei tempi stabiliti.

La polizza CAR: appalti privati

Se invece lavori tramite appalto privato?

In questo caso la polizza CAR non è più obbligatoria, tuttavia è fortemente consigliata.

Se vuoi saperne di più sugli obblighi assicurativi e fideiussori del settore edile, leggi la nostra guida.

Procedure e caratteristiche del contratto: alcuni consigli

Dopo aver visto nel dettaglio come funziona questa assicurazione per le imprese edili e il calcolo del suo premio, vediamo delle ultime caratteristiche da non sottovalutare e alcuni consigli utili.

Un contratto per cantiere

La polizza CAR può comprendere veramente molti elementi nelle sue coperture: ogni soggetto coinvolto nelle fasi di costruzione di un’opera può esservi incluso.

Si consiglia quindi di stipulare una polizza CAR tra i privati con una struttura “a ombrello” in cui esiste una sola polizza stipulata dal committente o appaltatore che copre tutti gli altri soggetti coinvolti.

La denuncia di un sinistro e il recesso

Una volta stipulato il contratto e iniziati i lavori possono nascere diverse situazioni impreviste. A questo punto alcune domande relative al contratto firmato possono iniziare a formularsi in mente.

I tempi per una denuncia del sinistro

Per esempio, se un danno non viene subito notato o non lo si riesce a comunicare subito, che succede? Quanto tempo si ha per denunciare un sinistro?

Rispetto a ciò devi sapere che, dopo esserti assicurato, dovresti denunciare il sinistro appena l’Assicurato è venuto a conoscenza di un sinistro.

Inoltre, le franchigie sono a carico del Contraente, ma la compagnia assicurativa sarà tenuta alla gestione di tutti i sinistri, anche se ricadenti in franchigia.

In ogni caso, sarà sempre bene che ti informi con la tua assicurazione rispetto al tuo contratto.

Il recesso e la polizza CAR

Se invece un giorno ti chiedessi se è possibile recedere dal contratto è bene che tu sappia che la polizza CAR Merloni non prevede la facoltà di recesso, invece la polizza CAR tra i privati lo prevede solo in alcune circostanze.