0362 1900813 Faq | Glossario | Guida Fideiussioni | Guida Appalti | Mappa Sito Area riservata

Azione di regresso

Richiesta Preventivo Gratuito

Compila il modulo con i tuoi dati per ricevere dettagli ed aggiornamenti.



Lette le Condizioni d'uso e l’Informativa privacy dichiaro:

di aver acquisito su supporto durevole la documentazione informativa di legge.*

di acconsentire al trattamento dei miei dati per l’invio, da parte di Fit srl Società Benefit, di comunicazioni commerciali relative a prodotti e servizi di Fit srl Società Benefit o di terzi, e per lo svolgimento di ricerche di mercato, via email, sms o posta, come descritto al punto 2 (c) della informativa

di acconsentire alla cessione dei miei dati personali, da parte di Fit srl Società Benefit, a soggetti che operano nelle seguenti categorie merceologiche: assicurazioni, intermediazione assicurativa, abbigliamento, arredamento, attrezzature e macchine per ufficio, automotive, editoria, elettronica, formazione, immobiliare, impiantistica, beni di largo consumo, orologeria e articoli di lusso, promozione turistica, servizi alle imprese, servizi internet e informatica, telefonia fissa e mobile, per finalità di marketing degli stessi, come descritto al punto 2 (d) della informativa.



Azione di regresso

Con azione di regresso, si va a definire l’atto mediante il quale un soggetto creditore avvia un procedimento atto ad ottenere da parte di un soggetto debitore, l’adempimento di una spettanza economica precedentemente stabilita.

 

Cercando la definizione di azione di regresso, troviamo una moltitudine di voci, le quale implicano in maniera decisamente corale un procedimento volto ad ottenere il riconoscimento legale di un diritto.

 

Per approfondire il significato di azione di regresso, andiamo a considerare il caso in cui sia stato stipulato un contratto di carattere fideiussorio.

In seguito ad una inadempienza, si è verificata la possibilità che il creditore possa richiedere l’azione di regresso nei confronti di uno dei giranti.

Per girante si intende un soggetto che gira ad altri una cambiale, un titolo o un contratto per la stipula di una fideiussione.

E’ ovvio che il creditore si esponga nei confronti del soggetto con maggior solvibilità, ossia con una maggior possibilità di pagare il suo debito. Sarà poi costui a girare la “cambiale” verso i giranti minori.

 

Non è raro attivare un’azione di regresso in caso di cambiali non pagate, ma anche nel caso in cui ci sia stata la stipula di cauzioni o fideiussioni.

 

Qualora si avvii un’azione di regresso, i soggetti debitori saranno investiti di ulteriori responsabilità economiche, quali gli interessi al tasso legale, le spese per il protesto incontrate dal soggetto debitore e ovviamente l’ammontare del titolo insoluto.

 

Le vie possibili per perseguire un’azione di regresso sono:

 

  • via giudiziale: il creditore cita i debitori, in prima istanza l’obbligato principale, per vedersi riconoscere i propri diritti ed ottenere le proprie spettanze
  • via extra giudiziale: il girante principale effettua il pagamento, e mediante rivalsa, va a richiedere il rimborso agli altri giranti.

 

Parlando di tempistiche, la legge prevede che l’azione di regresso vada attivata entro un anno dalla data di inizio del protesto.

Qualora passi un tempo superiore, l’atto cade in prescrizione.