0362 1900813 Faq | Glossario | Guida Fideiussioni | Guida Appalti | Mappa Sito Area riservata

Le Guide di TuttoCauzioni

Registrazione EMAS

Certificazioni per imprese

ECO-MANAGEMENT AND AUDIT SCHEME (EMAS)

Che cos'è l'EMAS?

La registrazione EMAS (acronimo di Eco-Management and Audit Scheme ) indica la conformità di un'impresa o di un sito a quanto disposto dal Regolamento Europeo n.1221/2009 volto a favorire una gestione più razionale degli aspetti ambientali delle organizzazioni sulla base non solo del rispetto dei limiti di legge, ma anche sul continuo miglioramento delle proprie prestazioni ambientali, sull'attiva partecipazione dei dipendenti e sulla trasparenza con le istituzioni e il pubblico.

Quali soggetti possono richiedere la registrazione EMAS?

L'EMAS è uno strumento a base volontaria al quale possono aderire le organizzazioni (sia aziende sia enti pubblici) e i siti che intendono valutare e implementare le proprie prestazioni ambientali e fornire al pubblico informazioni in merito ad esse. A che cosa serve la registrazione EMAS? Ottenere la registrazione EMAS e, quindi, la possibilità di utilizzarne il logo, attesta l'adesione ai principi espressi nel Regolamento ed è indice dello standard di qualità e dell'impegno in materia ambientale da parte dell'impresa o del sito registrato.

Chi rilascia la registrazione EMAS?

Ai sensi del Regolamento n.1221/2009 ogni Stato Membro dell'Unione Europea designa un organismo competente al rilascio della registrazione detto competent body. In Italia, il rilascio della registrazione EMAS è affidato al Comitato Interministeriale per l'Ecolabel e l'Ecoaudit il quale si avvale della collaborazione dell'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e delle varie Agenzie Regionali (ARPA) e Provinciali (APPA) per la Protezione dell'Ambiente.

Come si ottiene la registrazione EMAS?

Per aderire all'EMAS, un'organizzazione deve, innanzitutto, procedere ad un'analisi ambientale delle proprie attività, in modo tale da valutarne l'impatto ambientale. Sulla base di tale analisi, l'organizzazione interessata deve stabilire la propria politica ambientale. Quest'ultima, normalmente delineata dai vertici aziendali, non è altro che un documento con il quale l'organizzazione specifica impegni, obiettivi e azioni che intende perseguire al fine di migliorare le proprie prestazioni ambientali.

Stabilita la propria politica ambientale, l'organizzazione deve elaborare un apposito programma ambientale, contenente le misure che devono essere adottate allo scopo di raggiungere i target fissati con la politica ambientale, e un proprio sistema di gestione ambientale (SGA), ossia un insieme di procedure e prescrizioni che consentono di evidenziare gli aspetti ambientali interessati dalle diverse fasi produttive, di valutare gli impatti ambientali di queste ultime, di definirne le modalità di controllo e verifica e, quindi, di stabilire quali azioni intraprendere al fine di garantire il miglioramento continuo delle proprie prestazioni ambientali. Lo scopo del SGA è quindi quello di fare in modo che la qualità del prodotto e il processo produttivo siano rispettosi dell'ambiente circostante.

A questo punto, l'organizzazione interessata deve: - procedere sistematicamente e periodicamente ad una verifica obiettiva e documentata (il cosiddetto auditing) delle proprie prestazioni ambientali e, quindi, dell'efficienza del SGA di cui si è dotata - rilasciare una dichiarazione ambientale da diffondere pubblicamente che includa: la descrizione degli aspetti ambientali dell'organizzazione stessa e delle sue prestazione ambientali, il documento di politica ambientale, l'enunciazione degli obiettivi e dei target ambientali dell'organizzazione e la descrizione del SGA La Dichiarazione così predisposta deve essere sottoposta alla verifica di un apposito verificatore ambientale accreditato indipendente e, in caso di esito positivo della stessa, è da quest'ultimo convalidata. Infine, grazie alla dichiarazione ambientale convalidata, l'organizzazione può richiedere al Comitato Ecolabel-Ecoaudit di essere registrata nel registro EMAS dell'UE e, una volta registrata, può utilizzare il logo EMAS:

 

Logo_Registrazione_EMAS.jpg

Quanto dura la registrazione EMAS?

La registrazione EMAS è valida per tre anni, al termine dei quali è possibile procedere al rinnovo seguendo l'iter della prima registrazione e, quindi, redigendo una nuova Dichiarazione Ambientale i cui dati, in ogni caso, devono essere aggiornati annualmente.

Quali sono le differenze tra la registrazione EMAS e la Certificazione ISO 14001?

La certificazione ISO 14001 ha valenza mondiale mentre la registrazione EMAS è valida nel territorio dell'UE, anche se molte organizzazioni internazionali ne riconoscono la validità. Inoltre, la registrazione EMAS è rilasciata da un organismo pubblico mentre la certificazione ISO 14001 ha natura privatistica.

La certificazione ISO 14001 poi, può essere richiesta solamente dalle aziende, l'EMAS, invece, è accessibile anche ai siti. Infine, solo l'EMAS richiede la redazione della Dichiarazione Ambientale pubblica la quale non è invece necessaria ai fini dell'ottenimento della certificazione ISO 14001.