0362 1900813 Faq | Glossario | Guida Fideiussioni | Guida Appalti | Mappa Sito Area riservata

Svincolo cauzione provvisoria

Richiesta Preventivo Gratuito

Compila il modulo con i tuoi dati per ricevere dettagli ed aggiornamenti.



Lette le Condizioni d'uso e l’Informativa privacy dichiaro:

di aver acquisito su supporto durevole la documentazione informativa di legge.*

di acconsentire al trattamento dei miei dati per l’invio, da parte di Fit srl Società Benefit, di comunicazioni commerciali relative a prodotti e servizi di Fit srl Società Benefit o di terzi, e per lo svolgimento di ricerche di mercato, via email, sms o posta, come descritto al punto 2 (c) della informativa

di acconsentire alla cessione dei miei dati personali, da parte di Fit srl Società Benefit, a soggetti che operano nelle seguenti categorie merceologiche: assicurazioni, intermediazione assicurativa, abbigliamento, arredamento, attrezzature e macchine per ufficio, automotive, editoria, elettronica, formazione, immobiliare, impiantistica, beni di largo consumo, orologeria e articoli di lusso, promozione turistica, servizi alle imprese, servizi internet e informatica, telefonia fissa e mobile, per finalità di marketing degli stessi, come descritto al punto 2 (d) della informativa.



Al termine di una gara d'appalto, la stazione appaltante, è tenuta a comunicare ai soggetti la mancata aggiudicazione del lavoro o del servizio, e contestualmente, andrà anche a provvedere allo svincolo della cauzione provvisoria.

L'autorità vigente, si è espressa nell'ambito della vigilanza sui contratti pubblici, anche sulle modalità di svincolo della cauzione provvisoria: ciò deve avvenire entro trenta giorni dall'aggiudicazione della gara anche nel caso in cui questa risultasse ancora valida.

Ciò prevede che la cauzione non cessi automaticamente la sua funzione di garanzia come accade nel caso del soggetto aggiudicatario, ma sarà dovere dell'amministrazione svincolare la stessa entro il termine previsto.

La garanzia va a cessare la sua efficacia nel caso in cui possa apparire come un aggravamento del procedimento e ciò trova giusta motivazione nel fatto che l'aggiudicazione provvisoria

trova completezza nel momento in cui viene erogata anche la definitività della cauzione e diviene efficace solo dopo la verifica del possesso dei requisiti tecnici, qualitativi e patrimoniali richiesti dal soggetto appaltante e dal concorrente secondo in graduatoria.

Nel caso in cui il soggetto aggiudicatario non possa dimostrare il possesso dei requisiti richiesti, si andrà a determinare una nuova soglia di anomalia dell'offerta, e di seguito, si proseguirà ad una nuova aggiudicazione.

In questo caso, è normale che si mantenga la naturale efficacia della cauzione provvisoria avanzata dai partecipanti alla gara.