Codice Appalti: decreto sul programma di lavori e servizi pubblici


Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT), attraverso il Decreto Ministeriale n.14 del 16 gennaio 2018 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.57 del 9 marzo 2018), sulla base di quanto previsto dal Codice degli Appalti, fornisce una serie di schemi-tipo (modelli) atti a definire le procedure attraverso le quali le amministrazioni aggiudicatrici delle gare d’appalto adottano i programmi pluriennali relativi a lavori e servizi pubblici, fornendo relativi elenchi e aggiornamenti annuali. Il Decreto entrerà in vigore a partire dal 24 marzo 2018.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dando attuazione a quanto previsto dal nuovo Codice degli Appalti (d.lgs. n.50/2016) – rispetto al quale entra in vigore a circa due anni di distanza – attraverso il Decreto Ministeriale n.14 del 16 gennaio 2018 dispone l’obbligo, per tutte le amministrazioni aggiudicatrici, di adottare – a partire dal prossimo bilancio e in base ai propri ordinamenti – il programma triennale dei lavori pubblici, il programma biennale degli acquisti di forniture e servizi pubblici nonché i relativi elenchi e aggiornamenti annuali sulla base dei modelli previsti dal decreto stesso.

I programmi, dunque, dovranno “essere approvati nel rispetto dei documenti programmatori e in coerenza con il bilancio e, per gli enti locali, secondo le norme che disciplinano la programmazione economico-finanziaria degli stessi”.

Struttura del D.M. n.14 del 16 gennaio 2018

Il documento è strutturato nella seguente maniera:

  • Art. 1 – Oggetto;
  • Art. 2 – Definizioni: definizione di amministrazione e amministrazioni, BDAP, CUP, CUI, AUSA e pianificazione delle attività dei soggetti aggregatori e delle centrali di committenza;
  • Art. 3 – Contenuti, livello di progettazione minimo, ordine di priorità del programma triennale dei lavori pubblici, dei relativi elenchi annuali e aggiornamenti;
  • Art. 4 – Criteri di inclusione delle opere pubbliche incompiute nei programmi triennali di lavori pubblici e nei relativi elenchi annuali;
  • Art. 5 – Modalità di redazione, approvazione, aggiornamento e modifica del programma triennale dei lavori pubblici e del relativo elenco annuale. Obblighi informativi e di pubblicità;
  • Art. 6 – Contenuti, ordine di priorità del programma biennale degli acquisti di forniture e servizi;
  • Art. 7 – Modalità di redazione, approvazione, aggiornamento e modifica del programma biennale degli acquisti di forniture e servizi. Obblighi informativi e di pubblicità;
  • Art. 8 – Modalita’ di raccordo con la pianificazione dell’attivita’ dei soggetti aggregatori e delle centrali di committenza ai quali le stazioni appaltanti delegano la procedura di affidamento
  • Art. 9 – Disposizioni transitorie e finali;
  • Art. 10 – Clausola di invarianza finanziaria;
  • Art. 11 – Entrata in vigore.

In allegato al Decreto Ministeriale n.14 del 16 gennaio 2018 si trovano due documenti:

  • Programma triennale delle opere pubbliche;
  • Programma biennale degli acquisti e forniture