0362 1900813 Faq | Glossario | Guida Fideiussioni | Guida Appalti | Mappa Sito Area riservata

Nuovo TuttoCauzioni tra appalti pubblici ed edilizia

Richiesta Preventivo Gratuito

Compila il modulo con i tuoi dati per ricevere dettagli ed aggiornamenti.



Lette le Condizioni d'uso e l’Informativa privacy dichiaro:

di aver acquisito su supporto durevole la documentazione informativa di legge.*

di acconsentire al trattamento dei miei dati per l’invio, da parte di Fit srl Società Benefit, di comunicazioni commerciali relative a prodotti e servizi di Fit srl Società Benefit o di terzi, e per lo svolgimento di ricerche di mercato, via email, sms o posta, come descritto al punto 2 (c) della informativa

di acconsentire alla cessione dei miei dati personali, da parte di Fit srl Società Benefit, a soggetti che operano nelle seguenti categorie merceologiche: assicurazioni, intermediazione assicurativa, abbigliamento, arredamento, attrezzature e macchine per ufficio, automotive, editoria, elettronica, formazione, immobiliare, impiantistica, beni di largo consumo, orologeria e articoli di lusso, promozione turistica, servizi alle imprese, servizi internet e informatica, telefonia fissa e mobile, per finalità di marketing degli stessi, come descritto al punto 2 (d) della informativa.



Fideiussioni tema centrale e spazio ad appalti pubblici ed edilizia

La nuova versione di TuttoCauzioni.it offre ancora più informazioni e contenuti ai propri utenti. Il sito mantiene il tema centrale della fideiussione per privati ed aziende dando spazio anche a nuove sezioni tra cui spiccano le guide di approfondimento.

La fideiussione rappresenta il focus principale ma la classificazione delle varie tipologie di polizza permette una suddivisione degli argomenti trattati principalmente in due macro sezioni: l’appalto pubblico e l’edilizia.

Dettaglio_guida_appalti_pubblici_TuttoCauzioni.png

Perché l’appalto pubblico è tanto importante?


Il 19% del PIL Italiano è rappresentato da investimenti che la PA (pubblica amministrazione) ha effettuato in lavori pubblici - o volendo essere più precisi – in commesse pubbliche. Infatti ogni anno la macchina dello Stato, attraverso le diverse migliaia di Stazioni appaltanti dislocate sul territorio, impiega centinaia di milioni di euro per affidare ad aziende private commesse per l’esecuzione di lavori, di manutenzione, di forniture di materiale e/o di servizi.

Come riportato nel report trimestrale sull’andamento dei contratti pubblici, diramato dall’AVCP (autorità per la vigilanza sui contratti pubblici), sono più di 104.000 i bandi di gara andati a buon fine nel corso del 2013.

In questo contesto è noto come l’edilizia rivesta un ruolo importante e fondamentale per il rilancio dell’economia italiana. La situazione di stallo del settore edile ha coinvolto direttamente ed indirettamente diversi operatori economici che ruotano intorno alla cosiddetta filiera dell’edilizia.

L’edilizia può rappresentare ancora una leva di crescita per l’economia italiana?


La risposta è SI. Certo è che rispetto al passato bisogna attuare alcune modifiche e prendere in seria considerazione alcuni accorgimenti.

Innanzitutto bisogna fare una distinzione tra edilizia pubblica ed edilizia privata.

L’edilizia pubblica dipende in maniera profonda alla capacità che avrà il Governo Italiano di attuare manovre ad ampio respiro capaci di dare nuovo ossigeno al settore e nuova fiducia nelle istituzioni che regolano il settore dell’appalto pubblico.

AVCP_il_portale_della_trasparenza.pngIl Governo Italiano avrà l’onere di garantire al settore dell’appalto pubblico:

  • #1 maggior trasparenza: gli ultimi scandali riguardanti EXPO 2015, il Mose di Venezia sono solo la punta dell’iceberg di un sistema che agli occhi di molti risulta corrotto e poco trasparente. Il portale della trasparenza promosso dall’AVCP e lo sforzo verso la semplificazione del codice appalti e dei processi di digitalizzazione saranno probabilmente la chiave per dare nuovo credito al settore
  • #2 maggior affidabilità soprattutto riguardo ai tempi e modi con cui lo Stato adempie ai pagamenti delle aziende che svolgono i lavori per suo conto.

L’edilizia privata: ristrutturazioni, riclassificazioni e sgravi


Anche a livello privato l’edilizia è legata alla capacità dello Stato di incentivare il settore. Il territorio italiano, fragile dal punto di vista geologico e saturo di costruzioni a dir poco “discutibili”, deve essere preservato e tutelato dall’edilizia selvaggia.

Le leggi dovranno favorire chi ristruttura e riclassifica costruzioni preesistenti e fornire particolare attenzione all’eco sostenibilità, l’utilizzo di nuovi materiali ed ancor di più nuove logiche di costruzione (e ricostruzione) ed alla tanto decantata bioedilizia.

Ancora una volta l’Italia ha in mano la possibilità di rilanciare la propria economia: coraggio, trasparenza, leggi semplici e dall’interpretazione univoca sono gli ingredienti necessari per dar vita ad un nuovo corso dell’edilizia ed dell'appalto pubblico più in generale facendo ripartire il volano dell’economia.

Fonti
Dati sugli appalti pubblici in Italia [www.avcp.it]