Rimborso credito iva


Il rimborso del credito IVA annuale può essere richiesto dal contribuente in posizione di credito nei confronti dell’Amministrazione Finanziaria e l’ammontare del rimborso deve essere pari o superiore a 2582,28 euro.

Rispettati questi due requisiti, il contribuente potrà beneficiare della possibilità di richiedere il rimborso del credito IVA.

Il rimborso del credito IVA viene richiesto compilando il modello VR della dichiarazione annuale IVA presso l’Agenzia delle Entrate.

Il modello IVA 2012 esplicita che il quadro VR può essere utilizzato solo dai contribuenti che intendano richiedere il rimborso annuale del credito.

La richiesta di rimborso non è più eseguita in forma autonoma ma è diventata parte della dichiarazione annuale IVA o della dichiarazione Unificata; la richiesta di rimborso deve avvenire entro una determinata tempistica: il modello VR quindi deve essere consegnato dal primo febbraio dell’anno successivo a quello di riferimento alla data ultima per l’invio della dichiarazione, che solitamente scade il 30 settembre del medesimo anno.

Al fine di ottenere il rimborso dell’IVA, il contribuente dovrà apportare in allegato con l’apposito modello, un’apposita garanzia: la fideiussione per il rimborso IVA.

Gli enti abilitati per stipulare le suddette fideiussioni sono:

  • agenzia assicurativa
  • istituto di credito certificato dall’amministrazione finanziaria atto a garantire adeguate solvibilità

La garanzia è prevista per i rimborsi annuali sino a euro 516.456,90, ovvero la cosiddetta procedura semplificata, sia per i rimborsi di importo superiore a euro 516.456,90, ovvero tramite procedura ordinaria.

Il contribuente è esonerato dal prestare tale garanzia nei seguenti casi:

  • qualora l’importo richiesto per il rimborso sia uguale o inferiore a 5.164,57 euro
  • qualora il rimborso venga richiesto da contribuenti virtuosi, ovvero soggetti strutturalmente a credito in grado di soddisfare le condizioni di solvibilità richieste
  • qualora l’importo richiesto non superi il 10% totale dei versamenti effettuati nei due anni antecedenti la richiesta
  • nel caso in cui il rimborso venisse chiesto da soggetti attivi nell’ambito della privatizzazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare.

La garanzia fideiussoria per la richiesta del rimborso del credito IVA ha una durata triennale.