0362 1900813 Faq | Glossario | Guida Fideiussioni | Guida Appalti | Mappa Sito Area riservata

Codice Appalti: obbligatorio il DGUE elettronico dal 18 aprile

Richiesta Preventivo Gratuito

Compila il modulo con i tuoi dati per ricevere dettagli ed aggiornamenti.



Lette le Condizioni d'uso e l’Informativa privacy dichiaro:

di aver acquisito su supporto durevole la documentazione informativa di legge.*

di acconsentire al trattamento dei miei dati per l’invio, da parte di Fit srl Società Benefit, di comunicazioni commerciali relative a prodotti e servizi di Fit srl Società Benefit o di terzi, e per lo svolgimento di ricerche di mercato, via email, sms o posta, come descritto al punto 2 (c) della informativa

di acconsentire alla cessione dei miei dati personali, da parte di Fit srl Società Benefit, a soggetti che operano nelle seguenti categorie merceologiche: assicurazioni, intermediazione assicurativa, abbigliamento, arredamento, attrezzature e macchine per ufficio, automotive, editoria, elettronica, formazione, immobiliare, impiantistica, beni di largo consumo, orologeria e articoli di lusso, promozione turistica, servizi alle imprese, servizi internet e informatica, telefonia fissa e mobile, per finalità di marketing degli stessi, come descritto al punto 2 (d) della informativa.



A partire dal 18 aprile, il Documento di gara unico europeo (DGUE) dovrà essere reso disponibile esclusivamente in forma elettronica via web. Lo prevedono le disposizioni relative all'art. 85, comma 1, del Codice dei contratti pubblici. Il passaggio definitivo alla versione elettronica sarà completato entro il mese di ottobre 2018, vale a dire quando sarà possibile presentare le offerte per via elettronica a tutte le amministrazioni aggiudicatrici dell'Ue.

Verso il formato elettronico


Fino al 18 ottobre le stazioni appaltanti che non sono dotate di un proprio servizio di gestione del DGUE in formato elettronico, o che non facciano uso di altri sistemi di gestione informatica del DGUE, dovranno richiedere all'operatore economico, nei documenti di gara, di trasmettere il documento in formato elettronico. Tale documento dovrà essere compilato secondo le modalità ivi indicate, su supporto informatico all'interno della busta amministrativa o attraverso la piattaforma telematica di negoziazione eventualmente utilizzata per presentare le offerte. Eventuali DGUE presentati in formati diversi da quello stabilito dopo il 18 ottobre saranno considerati come documentazione illustrativa a supporto.

Per quanto riguarda le procedure di gara bandite a partire dal 18 aprile, le stazioni appaltanti dovranno predisporre e accettare il DGUE in formato elettronico secondo quanto stabilito dalle disposizioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 13 novembre 2014. I documenti di gara dovranno includere tutte le informazioni necessarie riguardanti lo specifico formato elettronico del DGUE con aggiunta dell'indirizzo del sito internet in cui viene reso disponibile il servizio per la compilazione del documento. In più, dovranno essere indicate con precisione anche le modalità secondo le quali il DGUE dovrà essere trasmesso dall'operatore economico alla stazione appaltante.

Attraverso il DGUE elettronico, disponibile in tutte le lingue dell'Unione Europea, l'impresa può autocertificare la propria situazione finanziaria, le proprie capacità e la propria idoneità in merito alla partecipazione a una procedura di appalto pubblico. Il servizio relativo al DGUE elettronico sarà integrato con e-Certis, strumento di mappatura utile a identificare e confrontare i certificati richiesti nelle procedure di gara in tutta l'Unione Europea.